Ti trovi in:  Home  » Blog & Caffè  » Parrozzo

Parrozzo

Buongiorno e bentornati, oggi vogliamo iniziare a scendere un pò di più nello spirito natalizio e lo faremo con un dolce tipico dell’Abruzzo, oggi scopriremo assieme come si fa il Parrozzo.

Il Parrozzo nasce nel 1920 a Pescara dal pasticcere Luigi D’amico che ispirato dal “Pan Rozzo”, pagnotta di pane al granturco che veniva cotto dai contadini, decise di creare questo dolce semisferico usando le uova per il colore giallino della massa e per replicare la crosta abbrustolita decise di cospargere questo dolce con una glassa al cioccolato. D’amico una volta terminata la sua creazione pensò bene di chiedere il giudizio a  un amico molto Particolare, infatti il primo ad assaggiare il Parrozzo du Gabbriele D’annunzio che promosse a pieni voti il dolce e decise di dedicargli un madrigale “La canzone del Parrozzo”

È tante ‘bbone stu parrozze nove che pare na pazzie de San Ciattè, c'avesse messe a su gran forne tè la terre lavorata da lu bbove, la terre grasse e lustre che se coce… e che dovente a poche a poche chiù doce de qualunque cosa doce…”.

Oggi vedremo come preparare una versione più semplice del Parrozzo classico, molto veloce e altrettanto buona, ecco gli ingredienti:

  • 3 uova
  • 300gr di farina
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 200gr di zucchero
  • 3 tazzine da caffè di olio di semi
  • 3 tazzine di caffè
  • 2 cucchiaini di caffè macinato
  • 1 fiala di aroma di mandorle amare

Come ho detto prima il processo è semplicissimo perché ci basta dividere l’albume dal rosso e unire al rosso lo zucchero, l’olio, il caffè, il caffè macinato, la farina e la fiala di mandorle tutti assieme e amalgamate il tutto.
A parte montate a neve gli albumi e una volta che il composto è diventato bello compatto unitelo a tutti gli altri ingredienti avendo cura nell’incorporarlo mescolando dal basso verso l’alto delicatamente.
Ora imburrate uno stampo a semisfera e versate il composto al suo interno e infornate per circa un ora in un forno già caldo a 160°Controllate lo stato di cottura al suo interno con uno spaghetto, quando vi sembrerà cotto infilzatelo al cento per tutta la sua lunghezza e se lo spaghetto uscirà asciutto il Parrozzo sarà pronto.

A questo punto fatelo raffreddare e procedete con la preparazione della glassa per la quale vi occorreranno:

  • 2 cucchiai d’acqua
  • 3 cucchiai di zucchero
  • 1 etto e mezzo di cioccolato fondente

Sciogliete il tutto in un pentolino a fuoco basso e ricoprite la cupola del Parrozzo che ormai si sarà raffreddato, quando procedete a quest’ultima fase se il cioccolato sarà troppo liquido per avere una buona glassatura dovrete fare due passate, glassatura raffreddamento glassatura raffreddamento, mentre se vorrete velocizzare la cosa dovete stare maggiormente attenti quando il cioccolato sarà sul fornello avendo cura di farlo addensare maggiormente, così facendo avrete una cioccolata liquida ma molto densa che una volta versata sul Parrozzo non colerà via ma resterà ben adesa alla sua superficie e noi dovremo solo spalmarla per tutta la cupola.

Con questo è tutto, continuate a seguirci per nuove e golosissime ricette e se ve la siete persa ecco la ricetta della Torta Caffè

counter